Pagina Dalmazia |


 

Ossero (Osor)


(servizio di Massimo Barbo - foto di Franco Sirol)



 

Cenni storici e notizie:

Apsyrton l'antico nome di Ossero e deriva da Absirto ucciso, secondo la leggenda, in questo sito dalla sorella Medea in fuga assieme a Giasone dopo il furto del Vello d'Oro. Ossero sorge proprio sul canale artificiale che separa le isole di Cherso e Lussino e la sua posizione strategica lo rese un fulcro importante per il commercio della zona. Le sue origini si perdono nel passato tant'㘱 che nella zona furono ritrovati resti del mesolitico e del neolitico. Popolazioni liburniche vissero nei castellieri della zona e nel III sec. a.C. Ossero, allora Apsoros, fu la prima colonia greca del Quarnero. In epoca romana la citt divenne prima Apsorus e poi Absortium, termine con il quale si identificava l'intera isola di Lussino. Gli importanti scambi commerciali con Venezia e Ravenna contribuirono allo sviluppo della città che non fu colpita dalle invasioni Avaro-Slave e conserv quindi per tutta l'epoca bizantina l'uso della lingua latina fino al X secolo quando si parlava della citt㨧 romana di Opsara. Fu nei secoli veneziana subendo prima le invasioni e le occupazioni dei genovesi e dal XVI secolo le scorribande degli Uscocchi. Caduta la Serenissima nel 1797 pass all'Impero Austro-Ungarico e quindi nel 1918 al Regno d'Italia. Dopo la seconda guerra mondiale fu ceduta alla Jugoslavia, il cui regime favorì l'esodo della maggior parte degli autoctoni italiani, per poi passare nel 1991 nella neonata Repubblica di Croazia. (*)


Massimo Barbo - TuttoTrieste.net

 





 

 

 

Galleria fotografica (di Franco Sirol):

 


 

 

Bibliografia:

Dario Alberi, "Dalmazia, storia, arte, cultura", Lint Editoriale Trieste

Franco Damiani di Vergada, "Ossero: storia, immagini, ricordi", Lint Editoriale Trieste

 




 


 

 

(*) Pur compiendo ogni ragionevole sforzo per assicurare che i materiali ed i contenuti pubblicati nel presente sito siano attentamente vagliati ed elaborati con cura, errori, inesattezze ed omissioni sono tuttavia possibili. Si declina pertanto qualsiasi responsabilit per errori, inesattezze ed omissioni eventualmente presenti nel sito. Nessuna responsabilit, viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto esposto su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiali da questo sito.  Leggi il disclaimer completo.

 

 





Pagina Dalmazia |