| Home Istria |


 


Parenzo (Poreć)



(servizio di Massimo Barbo - foto di Franco Sirol)


 

 


Le origini di questo splendido museo a cielo aperto si perdono nel tempo. Una leggenda narra che la cittÓ fu fondata dal Troiano Paride che la battezz˛ Paridium poi mutato in Parentium dagli italici. Sicuramente la penisola dove sorge oggi Parenzo era gi abitata nell'etÓ del bronzo e nei secoli successivi fu un centro importante per il culto delle divinitÓ istriane. Dagli antichi castellieri abitati da genti di origini veneto-irririche, sorse il primo castrum romano nel II sec. a.C. Nella prima metÓ del I sec. fu elevata a Colonia Iulia Parentium e pass˛ indenne il passaggio all'Impero bizantino (539) conservando ancora oggi l'antica struttura urbana della cittÓ romana compresi i due assi viari del Cardo e del Decumano. Fu un importante porto commerciale ed il suo vescovado fu il pi¨ ricco ed il pi¨ vasto della penisola istriana. Dedita alla Serenissima giÓ dall'anno 1000, fu difesa da Venezia contro le scorribande dei Narentani, pirati croati che saltuariamente attaccavano la cittÓ per rapinarla e darla alle fiamme. Con la capitolazione della Serenissima pass˛ in mano all'Impero Absburgico nel 1797 e, salvo una breve occupazione francese, rimase austriaca fino al 1918 quando pass˛ al Regno d'Italia. Nel 1945 l'Italia dovette cedere alla Jugoslavia i territori dell'Istria quale risarcimento dei danni di guerra e Parenzo pass˛ quindi alla dittatura titina che agevol˛ l'esilio della maggior parte degli autoctoni italiani. Con la disgregazione della Jugoslavia, Parenzo entr˛ a far parte della neonata Repubblica di Croazia nel 1991.
Tra i tantissimi reperti archeologici sopravvissuti sino ai nostri giorni, spicca la Basilica Eufrasiana, il pi¨ antico edificio cristiano in Istria, voluta dal Vescovo Eufrasio nel 543 sul posto di una chiesa del IV secolo e decorata dai pi¨ importanti mosaicisti di Ravenna e Bisanzio, Ŕ intitolata ai Santi Mauro e Eleuterio. (*)



Massimo - TuttoTrieste.net

 


Prenotazioni hotel Parenzo

 

 



La Chiesa della Madonna degli Angeli (1747-1770)

La casa dei 2 Santi XV sec.

Municipio

(arch.Berlam 1910)

Basilica Eufrasiana (543)

l'antica via provinciale



Parenzo, la cittavecchia, le mura, gli scavi, le rive:


 

Parenzo nella nebbia:

 



Bibliografia:

- Dario Alberi, "Istria, storia, arte, cultura", Lint Editoriale - Trieste

- AA.VV. ", "Istria, Cherso, Lussino, guida storico artistica", Bruno Facchin Editore - Trieste

- Gaetano Longo, (dis.Aldo Bressanutti), "Terra d'istria", Lint Editoriale - Trieste

- Fabio Amodeo, "Tutto Istria", Lint Editoriale - Trieste

 


(*) Pur compiendo ogni ragionevole sforzo per assicurare che i materiali ed i contenuti pubblicati nel presente sito siano attentamente vagliati ed elaborati con cura, errori, inesattezze ed omissioni sono tuttavia possibili. Si declina pertanto qualsiasi responsabilitÓ per errori, inesattezze ed omissioni eventualmente presenti nel sito. Nessuna responsabilitÓ viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto esposto su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiali da questo sito. Leggi il disclaimer completo.


 


 

TuttoTrieste.net

 

 






| Home Istria |