El Mercadindio de TuttoTrieste.net


rubrica de consigli e proposte, una risposta per ogni tua question, la soluzion de tuti i tui problemi, l’analisi completa dei fati e dei misfati, ogni gropo sul suo petine

 

Che tragedia 'sti telefonini!

Ciao a tuti miei polastri e mie bele polastre, son el vostro Dindio de fiducia, no un Dindio qualsiasi ma el meo, ossia el MercaDindio. Sta stimana voio parlar de un argomento che me fa drizar le piume del daur come un pavon. Me scrivi una simpatica noneta: “Ciao Mercadindio, volessi comprarme un telefonin, che model facile de usar te me consili che son vecia e imbranata?”  Ma benedete done, digo mi, cossa ve servi sto benedetto telefonin? Co ga comincià la moda dei telefonini, e quela volta i costava cari, quei pochi che lo gavaeva vigniva visti come demoni che spendi soldi per gnente e un poco iera anche vero visto che nessun ghe telefonava perché costava un mucio de soldi. Po el mercato ga proposto modei economici e eco la che in famiglia prima un congiunto, dopo anche l’altro, minimo minimo iera za do telefonini. Eco rivar i telefonini coi zogheti, quindi scata el regaleto per i fioi con la scusa “cussì li tegno soto controllo e so sempre dove che i xe!” Infine xe rivadi i telefonini che fa le foto e quindi tuta la famiglia a cambiar telefonin permetendose cussì de regalarghe quei veci ai noni. E qua scata le ridade. Gavè mai visto tute ste vece in giro che parla col telefono? Prima le se ferma in mezo a la strada, le varda el telefonin con sguardo de sfida, le fa el numero dandose un certo tono de importanza come una vera menager, le se lo fica intel’orecia tignindo alto el gomito come per farghe ciapar meio a l’antena e eco le prime parole: “Pronto Ucia, son mi, Pina, son in via Roma, desso vado a cior el radicio e dopo rivo. Ciau!” Ma in fin dei conti xe giusto, mi me diverto a cior in giro queste vecete perché son un burlon, ma i più giovani no xe de meio, anzi…! Contarse i babezi in coriera che li senti tuti, zigar per strada perché xe trafico e no se senti gnente, passar la spese su la cassa con la testa piegada de fianco che strenzi su la spala el telefonin per contarse chissà che roba importantissima, xe tute scene che competi con serenità a Stanlio e Olio. Ma le scene più bele xe quele che ne ofri chi parla al telefono andando in motorin. Chi ga l’auricolare col fil, chi la più moderna senza fil, chi semplicemente incastra el celulare dentro el casco fracandolo intel’orecia ma tuti xe bel de vederli guidar la motoretta e parlar soli, ma i xe talmente simpatici che i par tuti scampai fora del manicomio de San Giovani.

Perdoneme son andà un poco fora tema e no voleria che la nona che me ga scrito resti delusa e la vada dir in giro che el MercaDindio no te da i consigli utili che el disi de dar. Che telefono che ghe consilio? Quel nero dela Telve impicà sul muro, co te son a casa, o una bela cabina co te son in giro!!!

Ciao polastri se bechemo la prossima.
 

scrivighe al Dindio, lui un consiglio te lo darà

mercadindio@tuttotrieste.net

 

eco i argomenti tratadi a dighelo al Dindio

 

 

 

 

"El MercaDindio" è un copyright di TuttoTrieste.net di Massimo Barbo

Il disegno del MercaDindio è stato realizzato da Alessandro Bonin

Tutti i diritti riservati - All rights reserved