El Mercadindio de TuttoTrieste.net


rubrica de consigli e proposte, una risposta per ogni tua question, la soluzion de tuti i tui problemi, l’analisi completa dei fati e dei misfati, ogni gropo sul suo petine

 

Che difizile che xe comprar casa

Volessi comprar casa ma le costa tropo e se vado in afito no meterò mai de parte i bori per comprarla!”. Xe questo el tormenton che tormenta sopratuto i giovani polastri che vol meter su familia o che semplicemente i voleria andar a star soli. Una casa che diese ani fa costava zentomilioni dele vece Lire ogi la val zentomila Euri: praticamente el dopio. Considerando che chi ciapava diese ani fa unmilion e mezo de paga ogi ciapa otozento Euri podemo dir do robe: o che el potere de acquisto dei bori xe dimezado o che el valor de le case xe radopado ma in tuti dò i casi comprar casa xe ogi un salasso. Per fortuna, se fa per dir, le banche te vien incontro proponendote mutui che dura anche trenta ani, un impegno su la schena che, se a tasso variabile, me fa i brividi solo pensar. E pur el mercato camina, le case se compra e se vendi ingrassando le scarsele de le agenzie, dei notai, dele banche e, perchè no, anche del Stato che incassa le sue bele tasse su ogni compravendita, su ogni contrato de mutuo. Ah ben xe vero, se la casa che te compri xe quela che te servi per ‘ndar a star el Stato te fa pagar SOLO el 3% de tassa inveze che el diese, meno mal, che cocolo. Ma in teoria le tasse no se paga per gaver in cambio un servizio? Me domando che servizio el Stato me da in cambio co compro la casa per andar a star visto sopratuto che sta tassa, sepur ridota, xe sempre una svenada. Co penso che a mio cugin dindio che vivi in Svezia el governo ghe da un quartier agratis pena diventà magiorene, me se impira le piume del daur come un pavon, no per i svedesi ma per i taliani dove solo se paga senza mai gaver gnente in cambio. Polastri mii, qua semo e qua dovemo andar avanti, femose coragio e metemose de impegno: contratemo sul prezo de la casa, qualche Euro se dovessi rivar a ciapar, contratemo el mutuo disendoghe ala banca che l’agenzia visavì fa condizioni sai sai meio, pianzemoghe al notaio che forsi forsi un sconto sul suo onorario el ne lo fa e dopo seremose a casa nostra e butemose in paion, lassando i pensieri fora de la porta che, come diseva una canzon: “pei debiti no i me impica, la forca no i me da, mandeghe la lista al diavolo che lui li pagherà!

Ciao polastri se bechemo la prossima.

 

 

scrivighe al Dindio, lui un consiglio te lo darà

mercadindio@tuttotrieste.net

 

eco i argomenti tratadi a dighelo al Dindio

 

 

 

 

"El MercaDindio" è un copyright di TuttoTrieste.net di Massimo Barbo

Il disegno del MercaDindio è stato realizzato da Alessandro Bonin

Tutti i diritti riservati - All rights reserved