El Mercadindio de TuttoTrieste.net


rubrica de consigli e proposte, una risposta per ogni tua question, la soluzion de tuti i tui problemi, l’analisi completa dei fati e dei misfati, ogni gropo sul suo petine

 

Le polastre replica ale lamentele dei polastri:

senza de noi in ferie sè persi

Ciao a tuti polastri e polastre, stò giro la go dita grossa, tanto grossa che le polastre se ga un poco inviperì. In efeti l’altra volta ghe go da sfogo a tuti quei polastri che se lagnava de come sia grave partir per le ferie scarigandoghe tuta la colpa a le povere babe con la sua mania de volerse portar drio tuto el quartier. Per parcondicio voio darghe adesso la possibilità a tute quele polastre che se ga sentido ciamar in causa, de controbater e de dir la sua: “Caro el mio Dindio, fazile per ti remenar tute le babe con la schiera de polastri che te vien drio e te da manforte, ma volemo un poco veder cossa che ne toca far a noi co xe de partir per le ferie? Xe vero che per i omi bastassi un sugaman e un costume e el bagalio saria fato ma dopo chi li senti co in vilegiatura no se ga portà drio le lamete per la barba, la schiuma e la cremeta, biscoti, bomboni, patatine, acapatoio, crema pei beconi dei mussati, pastilie pel mal de zuca, sugo in scatola per condir la pasta e cossa so mi ancora. Cussì se per i omi xe un problema come stivar la roba in baul, per le babe xe el problema de come impinirlo senza dimenticarse quel che pol far andar in acido el compagno. E cussì za do stimane prima de partir per le polastre comincia i pensieri de cossa ricordarse de cior, de cossa se pol za meter in borsa perchè fin che no se parti a casa no dovessi ocorer più  e cossa bisognerà meter l’ultimo momento prima de serar la porta de casa, tipo le papuze e el scartazin pei denti. Fazile criticar le babe ma senza le babe l’omo xe perso!

Come darve torto mie care polastre, a nome de tuti i mas’ceti voio concordar con voi che quel che xe sta dito sora corispondi a verità. Del resto i polastri per natura xe strafanici, i ga la testa per intrigo e co i pensa ale ferie i vedi solo sol, bikini, magnar e bever lassando ale brave polastre integerime de pensa presempio a viveri, vestiario e generi de conforto. E xe diventada una prassi talmente consolidada che i polastri pretendi de rabiarse se la polastra ga dimenticà qualcossa, come se lori gavessi contribuido in magniera precisa ala preparazion dele borse. Cussì per darghe un colpo al cercio e un ala bote ve dirò che per evitar barufe per la machina tropo piena e dopo per la roba che manca, no xe de meio che farse le ferie vizin de casa e magari separai omi e done proprio per no darse contro e no ris’ciar de ver radighi. Amici miei ve consilio una sana e salutare vacanza al Pedocin, omi a destra e babe a sinistra, con tanto de servizio bar separado per no ris’ciar de becarse co xe ora de cior un cafè. Del resto sarà un motivo che tuto i sera e tuto i tira zo ma el Pedocin resta semrpe la, orgolioso nei secoli!

Ciao polastri se bechemo la prossima.

.

scrivighe al Dindio, lui un consiglio te lo darà

mercadindio@tuttotrieste.net

 

eco i argomenti tratadi a dighelo al Dindio

 

 

 

 

"El MercaDindio" è un copyright di TuttoTrieste.net di Massimo Barbo

Il disegno del MercaDindio è stato realizzato da Alessandro Bonin

Tutti i diritti riservati - All rights reserved