El Mercadindio de TuttoTrieste.net


rubrica de consigli e proposte, una risposta per ogni tua question, la soluzion de tuti i tui problemi, l’analisi completa dei fati e dei misfati, ogni gropo sul suo petine

 

La Multa

Finalmente ghe la gavemo fata! Stanchi e stufi de veder ogni giorno sul giornal solo che notizie de cinghiai, balene, caprioi, sorzi e pantigane, finalmente in prima pagina se parla de politica. Iera ora che un personagio de spico dela politica triestina rivi a bater tute le bestie che fin desso le se le ga studiade tute per finir in pirma pagina, saltando ai onori dela cronaca con una bela frase: no stè piturarme son qua solo de do minuti! Con questa frase che resterà nela storia de Trieste, l’assessor ai grandi eventi gà voludo sbassarse al livel de comune citadin triestin. Anche un come lui, carigo de impegni e pien de pensieri che ghe rosiga la testa, el ga rivà a dimostrar cossa che vol dir esser un vero triestin e cossa che xe la triestinità. Xe a l’ordine del giorno scene del mato che ghe rugna ai tubi perchè i ghe sta piturando la machina a lui che’l iera via giusto do minuti per far una roba de furia che nol podeva far altro che lassarla un atimo là! E magari anche con le quatro frece impizade che i tubi no i vol capir che vol dir che se riva subito! Saver che anche un omo importante per la nostra zità xe un VERO TRIESTIN, me fa vignir la pele de oca anche a mi che son un dindio. Grazie assessor Franco, o Mister Bavisela come simpaticamente la ciama qualchedun, grazie de gaver dado in strada un spetacolo che più che esser divertente mi lo go trovado onesto, semplice e sopratuto, voio ribadir, una scena tipicamente de triestinaz. A parte tuto mi rispeto e onoro l’impegno de stò omo che ga rivà a farghe veder a tuti, una roba che nissun altro omo dela nostra politica, forsi gnanche el Sior Sindaco, gavessi rivado a meter in pie: la triestinità. La me permeti però Sior Franco, de farghe solo dele pice osservazioni al suo modo de parlar in triestin, perchè la sa, mi consili su come far l’assessor no ghe li posso proprio dar, ma su come parlar el triestin per esser un vero TRIESTIN PATOCO, forsi ghe li posso dar. Pur complimentandome per el termine “piturar” che la ga doprado in maniera inecepibile, la me consenti de sugerirghe per una prossima volta, de rivolgerse ale vigilesse con un termine più triestinaz, come “tubi” o, se proprio la vol far el figo, la le ciami “guardie del radicio”. Inoltre xe un per de modi de definir le persone che pol sonar ofensivo e altre no pur esprimendo el stesso significato, ossia “cossa son mi el più mona!” pol sonar come parolaza e va ben in boca a un triestin patoco, ma ripeterlo trope volte diventa quel che per talian se disi “cacofonico” cussì ghe consilio de variar i termini doprando parole come tandul, tululù, insempià o lole. Magari se la zonta anche vizin un “cossa go scrito sula fronte…” la me credi cha la fa un figuron. Grazie ancora, perchè in quei diese minuti de spetacolo veder un assessor far el TRIESTIN MARZO ne ga fato sentir un poco tuti ASSESSORI!

Ciao polastri e bele polastre, e demoghe quindi el benvenuto a un novo polastro ilustre in tela nostra rubrica!

 

scrivighe al Dindio, lui un consiglio te lo darà

mercadindio@tuttotrieste.net

 

eco i argomenti tratadi a dighelo al Dindio

 

 

 

 

"El MercaDindio" è un copyright di TuttoTrieste.net di Massimo Barbo

Il disegno del MercaDindio è stato realizzato da Alessandro Bonin

Tutti i diritti riservati - All rights reserved