| Home | Elenco personaggi |



 

 


 


CESARE RUBINI


 

 

Cesare Rubini nacque a Trieste il 2 novembre 1923 e fu un grandissimo sportivo a livello internazionale cimentandosi con successo in diverse discipline. Chi lo conobbe disse di lui che aveva un carattere difficilissimo ma che sapeva  riuscire bene in ogni sport.
Il suo primo amore sportivo fu sicuramente il basket dove esordì con la Ginnastica Triestina e con la quale vinse gli scudetti nel 1940 e 1941, finché all'Ausonia non scoprì la pallanuoto e soprattutto quanto gli riuscisse bene questa disciplina, tanto che nel 1947 arrivò per lui la convocazione in Nazionale di pallanuoto oltre che in quella di pallacanestro.

Le stesse convocazioni lo raggiunsero per le olimpiadi di Londra del 1948 ma Cesare scelse la disciplina che in quel momento gli dava maggior soddisfazione: la pallanuoto. Nacque con lui il leggendario "Settebbello d'oro" che ancora oggi tutti ricordano e che giunse in finale vincendo la medaglia d'oro dopo aver battuto a Wembley la nazionale olandese. Nella formazione della nazionale azzura, oltre a Rubini altri due atleti triestini completarono le fila: Aldo Ghira ed Alfredo Toribolo.

I successi di Cesare Rubini nella pallanuoto sono numerosi, infatti oltre all'anzidetto oro nelle Olimpiadi del 1948, arrivarono
nel 1947 gli Europei di Montecarlo,
la medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Helsinky nel 1952,
la medaglia di bronzo agli Europei di Torino nel 1954
e la medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Melbourne del 1956
oltre a ben sei scudetti nel campionato italiano tra il 1945 ed il 1958

Nello stesso tempo l'atleta triestino giocò a pallacanestro dove ottenne altri grossissimi successi. Dopo i primi due scudetti con Trieste, Cesare fondò a Milano, assieme ad altri triestini, la Triestina di Milano che poi diventò la Triestina di Como ed infine l'Olimpia che raggiunse ottimi traguardi. Rubini indossò per ben 39 volte la maglia azzurra partecipando agli europei di Ginevra (dove l'Italia giunse seconda) ed agli europei di Praga, Parigi e Mosca.
Nel campionato italiano di basket, Cesare Rubini vinse 5 scudetti da giocatore e 10 da allenatore, tutti con Milano tra il 1950 ed il 1972. Nel 1976 Rubini divenne dirigente della Federazione Italiana Pallacanestro che sotto la sua reggenza conquistò la medaglia d'argento alle Olimpiadi di Mosca del 1980, l'oro agli europei di Nantes nel 1983, il bronzo agli europei di Stoccarda nel 1991 e l'argento agli europei di Roma nel 1991.

Nel 1982 nacque il Trofeo delle Regioni, un importante trofero nazionale per giovani cestisti ideato e portato avanti con tenacia da Rubini. Il trofeo, che si svolge annualmente di solito nel mese di aprile, oggi porta il suo nome.

Cesare Rubini si spense a Milano l'8 febbraio 2011 all'età di 87 anni ed il 25 maggio dello stesso anno gli è stato formalmente intitolao il PalaTrieste Allianz Dome, l'arena coperta di quasi 7.000 posti della sua città natale, Trieste.

Ancora oggi Cesare Rubini vanta il primato assoluto quale unico atleta italiano ad aver giocato e vinto nella nazionale di due sport diversi. (*)


Massimo Barbo - TuttoTrieste.net

 





 (*) Pur compiendo ogni ragionevole sforzo per assicurare che i materiali ed i contenuti pubblicati nel presente sito siano attentamente vagliati ed elaborati con cura, errori, inesattezze ed omissioni sono tuttavia possibili. Si declina pertanto qualsiasi responsabilità per errori, inesattezze ed omissioni eventualmente presenti nel sito. Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto esposto su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiali da questo sito. Leggi il disclaimer completo.

 



 

| Home | Elenco personaggi |