| Home | Elenco personaggi |



 

 

MEMO TREVISAN

 

 

Guglielmo Trevisan (per tutti semplicemente MEMO) nasce a Trieste il 31 dicembre 1918 nel rione di Servola.

 

Da ragazzino ammira ed emula il suo eroe Nereo Rocco tanto da attenderlo lungo la strada praticata da quest'ultimo per recarsi agli allenamenti e far nascere ben presto una salda amicizia da quelle semplici ma spontanee ovazioni che Memo gli dedicava.

 

Calcisticamente nasce nel Ponziana, seconda grande squadra storica di Trieste, debuttando in serie C nel 1936. Già nel 1937 approda alla serie A con la maglia della Triestina dove giocano campioni del calibro di Pasinati e Colaussi. Ciononostante, Trevisan realizza 18 reti diventando capocannoniere della squadra per quel campionato.

 

Nei due campionati successivi, Trevisan è di nuovo capocannoniere con rispettivamente 10 e 9 reti partecipando a 30 incontri in entrambi i campionati.

A conclusione del campionato 1940/41 la Triestina lo cede al Genoa dove segnerà 20 reti diventando la colonna portante della squadra.

Nel 1940 arriva per Memo la convocazione in Nazionale con la maglia della quale giocha solo due incontri, uno contro la Germania ed uno contro l'Ungheria alla quale infligge una rete.

 

Nel 1947 Rocco lo vuole alla Triestina ed in quell'occasione Trevisan diventa uno dei principali artefici dello storico secondo posto dietro all'imbattibile Torino di allora, poi scomparso nella tragedia di Superga. Trevisan rimane alla Triestina fino al 1950 per poi effettuare una breve esperienza da giocatore-allenatore al Legnano e poi al Piacenza.

 

All'età di 37 anni Memo gioca il suo ultimo campionato in serie A con una Triestina disastrata economicamente che lo paga a partita.

 

Durante la sua carriera calcistica, Trevisan viene battezzato "terzino volante" o "battitore libero" il che la dice lunga sul suo gioco.

 

Chiusa la carriera da giocatore inizia per lui una splendida carriera da allenatore, prima ad Ortona, poi con la Triestina, il Cesena ed il Pisa. Nel 1970 entra a far parte del settore tecnico della F.I.G.C. quale collaboratore prima di Ferruccio Valcareggi e poi di Enzo Bearzot, che accompagnerà ai mondiali del '78 in Argentina ed a quelli dell'82 in Spagna, dove viene conquistato il titolo.

 

Il 23 dicembre 2003, Memo Trevisan si spegne a Trieste: aveva quasi 85 anni.

 

Massimo

 

Foto iniziale: Calcio2000

Seconda foto: Trieste Azzurra di Ezio Lipott e Marcella Skabar edizione A.N.A.A.I. - C.O.N.I.

Altri riferimenti: "El Paròn - vita e storia di Nereo Rocco", Giuliano Sadar, Edizioni Lint, Trieste

 

 



(*) Pur compiendo ogni ragionevole sforzo per assicurare che i materiali ed i contenuti pubblicati nel presente sito siano attentamente vagliati ed elaborati con cura, errori, inesattezze ed omissioni sono tuttavia possibili. Si declina pertanto qualsiasi responsabilità per errori, inesattezze ed omissioni eventualmente presenti nel sito. Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto esposto su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiali da questo sito. Leggi il disclaimer completo.



 



| Home | Elenco personaggi |