FIAT 127


 




Destinata a sostituire la Fiat 850, la 127 fece il suo debutto nel marzo 1971, modello a due porte con motore di 903cc, 47CV a 6200 giri ed una velocitÓ massima dichiarata di 140 Km/h su una carrozzeria del tutto rivoluzionaria disegnata da Pio Manz¨.

La forma particolarmente innovativa per l'epoca, le dimensioni compatte che nascondevano una grande abitabilitÓ per cinque persone ed un bagagliaio particolarmente capiente, ne decretarono un immediato successo non solo in Italia ma in tutta Europa. Non a caso fu nominata Auto dell'anno 1971 e fu di ispirazione per i modelli di altre case come la Renault 5 (1972) e successivamente la VW Polo (1974) e la Ford Fiesta (1975).

Nel 1972 uscý la versione a tre porte ossia con un innovativo portellone posteriore che comport˛ l'obbligo dello specchieto retrovisore esterno altrimenti non previsto sul modello a due porte, per rispetto del codice della strada in vigore all'epoca.

Nel 1974 la vettura fu oggetto del suo primo rinnovamento con la presentazione della Special, un modello pi¨ curato nei dettagli estetici sia interni che esterni. Comparve infatti un profilo gommato sui paraurti e sulle fiancate, la luce della retromarcia sotto il paraurti e dei profili cromati sul parabrezza, sul lunotto, sui lampeggiatori e sul gocciolatoio.

Nel 1977 nacque la seconda serie con modifiche estetiche soprattutto esterne, dai paraurti metallici neri con anteriormente luci di posizione e direzionali incorporate, nuovi gruppi fari posteriori, fari anteriori incorporati nella calandra e con la disponibilitÓ di un motore 1049cc, 50CV a 5600 giri oltre allo stesso 903cc della prima versione. Le versioni disponibili erano la L (pi¨ spartana) e la C (pi¨ curata) con luci di retromarcia incorporate nei gruppi ottici. La versione 1050cc era disponibile in allestimento CL decisamente curata e rifinita nei dettagli.

Nel 1977 nacque il Fiorino, versione da lavoro della 127 che conservava frontale e abitacolo dell'utilitaria ma con la parte posteriore separata e dedicata al carico merci. Dopo la versione cabinata, con e senza finestre, arriv˛ anche il modello pick-up e fu prodotto anche una versione fenestrata con sedili posteriori, molto poco diffusa. Il Fiorino in tutte le sue versioni fu prodotto fino allafine del XX secolo con frontale ed abitacolo derivati dalla Uno.

Ben presto ai modelli 2 e 3 porte fu affiancato quello a 4 porte prodotto in Spagna dalla Seat e con motore potenziato a 70CV nascosto poi anche sotto il cofano della 127 Sport presentata nel 1978, sicuramente il pi¨ bel modello di 127 prodotto dalla Fiat con un particolare allestimento che potremmo definire per l'epoca "aggressivo".

Sempre nel 1979 la Fiat propose le versioni speciali Top (disponibili in blu e bronzo con possibilitÓ di tetto apribile in tela nella versione blu, vetri atermici, pneumatici maggiorati con cerchioni ridisegnati, grossi fascioni paracolpi laterali) e Rustica, allestita dalla Lamborghini, con griglie antisasso sui fari, disponibile nell'unico colore beige, caratterizzata da una struttura simil-fuoristrada, con sospensioni e freni rinforzati ed una particolare struttura tubolare paracolpi con rete metallica parasassi sia sui fari anteriori che posteriori. Entrambe le versioni derivavano dalla Fiat 147 brasiliana e montavano l'ormai collaudato 1050cc prodotto sempre in Brasile.

Nel 1980 comparvero la versione a 5 porte e quella station wagon con passo allungato denominata Panorama, entrambe prodotte dalla Seat.

Nel 1981 la 127 si rinnov˛ con la presentazione della terza serie che propose anche una versione con motore diesel da 1301cc. Questa 127 si differenziava parecchio dalle precendenti per la sua nuova configurazione adattata alle esigenze dell'epoca come i paraurti incassati nella carrozzeria, vistosi paracolpi laterali ed un allestimento interno molto pi¨ curato ed all'avanguardia, cura che aument˛ nella quarta serie di questa vettura nata nel 1983 e proposta con il motore benzina 1050cc e diesel 1301cc.

La 127 uscý di produzione nel 1986 sostituita dalla Fiat Uno giÓ proposta dal 1983.

La 127 fu oggetto di restyling da parte di molti carrozzieri, uno su tutti Moretti, mentre la sua meccanica fu da base per vetture come la Seat Fura prodotta in Spagna, la Fiat Oggi, originale versione tre volumi prodotta in Brasile e la Yugo prodotta fino al 2008 negli stabilimenti della Zastava in Serbia, fabbrica riconvertita per la produzione della Fiat 500L.

In Brasile furono prodotte versioni speciali della 127, con accessori sportivi come gomme larghe, cerchioni in lega, minigonne, spoiler e quant'altro e furono commercializzate con nomi qulai Fiat Spazio, Fiat Brio, Fiat Sorpasso e Fiat Vivace.

Particolare interesse suscit˛ la Nuova Fiat 127 proposta come concept nel 2015, progetto per ora rimasto solo sulla carta. (*)


Massimo Barbo - TuttoTrieste.net

 





 

 

 

 

 

 

 

 


Fiat 127 L - II serie

Foto Massimo - Bibione (VE) Italia (2016)


 


 

 

 

 

 

 

 

 


Fiat 127 II serie elaborata corse

Foto Massimo - Legend Historic Car Montedoro Freetime, Muggia (TS) Italia (11/2014)


 


 

 

 

 

 

 

 

 


Fiat 127 Sport

Foto Massimo, Fiera di Padova, Italia (10/2014)


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Fiat 127 C

Foto Ivano - (2013)


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Fiat 127 Sport, Gruppo 2

Foto Massimo, Fiera di Padova, Italia (10/2011)


 

 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Fiat 127 Special - I serie, 3 porte

Foto Pavel - Danzica-Gdansk, Polonia (2011)


 

 

 

 

 

 


Fiat 127 Sport III serie, 3 porte

Foto Massimo, Fiera di Padova, Italia (10/2009)


 

 

 

 

 

 


Fiat 127 C II serie

Foto Massimo, Trieste (2009)


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Fiat 127 70HP - II serie, 3 porte, elaborata corsa

Foto Massimo - Raduno Club Alfa Trieste, Logatec - Slovenia (2008)


 

 

 

 

 

 

 

 


Fiat 127 Special 5 Speed - III serie, 3 porte

Foto Massimo - Fiera di Ferrara, Italia (01/2008)


 

 
 

 

 

 

 

 

 

 


Fiat 127 I serie, 2 porte

Foto Massimo - Fiera di Ferrara, Italia (01/2008)


 

 

 

 

 

 


Fiat 127 I serie, 2 porte

Foto Giuliano, Trieste (2007)


 

 

 

 

 

 


Fiat 127 Special III serie, 3 porte

Foto Max, Trieste (2007)


 

 

 

 

 

 


Fiat 127 Special I serie, 3 porte

Foto Max (2006)


 

 

 

 

 

 

 

 

Fiat 127 Special II serie, 3 porte

Fiat 127 I serie, 2 porte

Foto Massimo - Raduno Club Tartaruga, San Dorligo, Trieste (2005)

 

 

 

 

 

 

 

 


Fiat 127 Special II serie, 2 porte del 1977

Foto Max (2001)


 

 





 


(*) Pur compiendo ogni ragionevole sforzo per assicurare che i materiali ed i contenuti pubblicati nel presente sito siano attentamente vagliati ed elaborati con cura, errori, inesattezze ed omissioni sono tuttavia possibili. Si declina pertanto qualsiasi responsabilitÓ per errori, inesattezze ed omissioni eventualmente presenti nel sito. Nessuna responsabilitÓ viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto esposto su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiali da questo sito. Leggi il disclaimer completo.