| Home Istria |






 Pinguente (Bu×et)


 


(foto di Franco Sirol - servizio di Massimo Barbo)


 

Cenni storici:

In cima ad un colle isolato nella parte alta dell'Istria, sorge Pinguente in quello che potremmo definire uno dei pi¨ bei posti panoramici istriani. Antica sede di un castelliere fondato da popolazioni celtiche che la chiamarono Pinquent, divenne la romana Pinguentum nel quale periodo fu municipio con larga autonomia. Nel VI secolo fu bizantina mentre alla fine dell'VIII secolo fu occupata dai Franchi di Carlo Magno e divenne Castrum Pinguent per diventare feudo dei margravi germanici dopo il mille e quindi esser da questi donata ai Patriarchi di Aquileia. Nel 1421 Castrum Pinguentum, cosý nominata nei documenti dell'epoca, pass˛ al potere della Serenissima che vi insedi˛ una magistratura e la difese dalla truppe austriache che dominavano la contea di Pisino. Saccheggi, assedi, pestilenze e carestie segnarono il XVI secolo di Pinguente e questo indusse Venezia a concedere l'insediamento nelle campagne circostanti di famiglie morlacche provenienti da Grecia ed Albania. Con la caduta di Venezia nel 1797, Pinguente pass˛ all'Impero Asburgico fino al 1918, a parte qualche breve occupazione napoleonica, quando pass˛ al Regno d'Italia e quindi nel 1945 alla dittatura jugoslava, che favorý l'esodo degli italiani autoctoni e che rinomin˛ la cittadina con l'antico nome morlacco di Buzet. Nel secondo dopoguerra ebbe inizio la costruzione di nuove abitazioni ed alberghi a valle dove durante molti dei lavori di edificazione furono ritrovati reperti romani come tombe, giare, vasi, otri e suppellettili vari.

Disgregatasi la federativa nel 1991, Pinguente entr˛ a far parte della neonata Repubblica di Croazia. (*)


 

 

Duomo di S.Maria dell'Assunta

(1769-1784)

Campanile

del Duomo

(1897)

Chiesa di

San Giorgio

(1611)

Chiesa di

San Giorgio

(1611)

Chiesa di San Vito (1653)



Campanile della Cappella di San Giorgio (1611)

Campanile della Cappella di San Giorgio (1611)

 

Gli accessi alla cittÓ vecchia:

Porta Grande

(1547)

Porta Grande

dall'interno

Porta Grande:

San Giorgio che combatte

contro il drago

Porta Piccola

(1592)

con stemma dei nobili salernitani Salomon (725)

 

Scorci di questo suggestivo ed antico paese:

  Cisterna grande


Abitazione tipica


Cisterna piccola


Stemmi veneziani


Particolare della

cisterna grande


Palazzo Bembo (1728)


Palazzo Bembo (1728)


Antico portale (1670)


L'antico  forno

Retro dell'antico  forno

 

Le antiche mura fortificate durante il periodo veneziano:

 

 


Panorama della parte nuova di Pinguente

  



Bibliografia:

- Dario Alberi, "Istria, storia, arte, cultura", Lint Editoriale - Trieste

- AA.VV. ", "Istria, Cherso, Lussino, guida storico artistica", Bruno Facchin Editore - Trieste

- Gaetano Longo, (dis.Aldo Bressanutti), "Terra d'istria", Lint Editoriale - Trieste

- Fabio Amodeo, "Tutto Istria", Lint Editoriale - Trieste




(*) Pur compiendo ogni ragionevole sforzo per assicurare che i materiali ed i contenuti pubblicati nel presente sito siano attentamente vagliati ed elaborati con cura, errori, inesattezze ed omissioni sono tuttavia possibili. Si declina pertanto qualsiasi responsabilitÓ per errori, inesattezze ed omissioni eventualmente presenti nel sito. Nessuna responsabilitÓ viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto esposto su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiali da questo sito. Leggi il disclaimer completo.

 

 






| Home Istria |