| Home Istria |



 


Portole (Oprtalj)


il paese dei 72 letterati


(servizio di Massimo Barbo - foto di Giuliano Barbo e Franco Sirol)



 

Antica sede di un castelliere, Portole fu fondata dai romani quale Castrum Portulense in Histria e fu abitata da popolazioni celtiche. Il primo documento ufficiale che parla di questo paese risale al 1209 e lo vede tra i territori sotto il dominio di Aquileia. Per quasi trecento anni, la popolazione di Portole fu in conflitto con quella di Montona per diatribe sui confini mentre Venezia e gli Ungari si contesero il dominio della zona. L'atto di dedizione di Portole a Venezia reca la data del 1420 ed il paese si dette subito un nuovo statuto diventando un paese libero con potere decisionale autonomo anche contro il potere del Vescovo di Cittanova. Particolare rilevanza ha l'istituzione nel 1470 del "Fondaco dei Grani", un magazzino di frumento al quale le famiglie potevano accedervi per i loro bisogni. Portole fu un paese abbastanza tranquillo e durante la storia partecipò alle vicende dell'Istria con la caduta della Serenissima nel 1797 ed il conseguente passaggio al dominio Asburgico, le invasioni francesi e la conquista del Regno d'Italia nel 1918, quindi l'invasione delle truppe comuniste jugoslave nel 1945 e l'appartenenza alla neonata Repubblica di Croazia dal 1991.

L'esodo nel secondo dopoguerra della quasi totalità degli autoctoni italiani, svuotò completamente il paese che ancora oggi rimane in buona parte disabitato almeno per quanto riguarda il suo centro storico.

Portole vanta orgogliosamente di aver dato i natali a numerosi personaggi che si distinsero in varie arti e discipline, tanto da meritarsi il soprannome di "paese dei 72 letterati". (*)


Massimo Barbo - TuttoTrieste.net



 

Foto di Franco Sirol e Giuliano Barbo 

Cattedrale di San Giorgio

(XVI sec.)


Chiesa di San Rocco



Interno di S.Rocco



I resti del Fondaco

sopra la porta della città


Belvedere



Il Pilo (1919)





La Logga Veneta rinascimentale:

Leone di S.Marco (1520)


Lapide a Lucio Calpurnio (1686)





 

Scorci della città vecchia


Alcune panoramiche di Portole:






 

Bibliografia:

- Dario Alberi, "Istria, storia, arte, cultura", Lint Editoriale - Trieste

- AA.VV. ", "Istria, Cherso, Lussino, guida storico artistica", Bruno Facchin Editore - Trieste

- Gaetano Longo, (dis.Aldo Bressanutti), "Terra d'istria", Lint Editoriale - Trieste

- Fabio Amodeo, "Tutto Istria", Lint Editoriale - Trieste


 

(*) Pur compiendo ogni ragionevole sforzo per assicurare che i materiali ed i contenuti pubblicati nel presente sito siano attentamente vagliati ed elaborati con cura, errori, inesattezze ed omissioni sono tuttavia possibili. Si declina pertanto qualsiasi responsabilità per errori, inesattezze ed omissioni eventualmente presenti nel sito. Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto esposto su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiali da questo sito. Leggi il disclaimer completo.



 

 



| Home Istria |