! Dave's story !

 

Cronaca vissuda de una giornada de paura

nel'inferno de fogo in Australia

Estate australiana 2003:

Canberra in fiamme

eco el raconto de l'amico Dave Cobau, triestin in Australia

 

'St˛ ano in Australia xe sta la sicitÓ pi¨ grave che sia mai esistida.

Ma tutto bene quel che finisce bene, ga piov¨ a catinele nei ultimi d˛ giorni de ferie ma i disi che no semo ancora a posto, dovessi piover ancora un poco (mai contenti sti mati cio!).

 

Molte parti de Canberra xe ancora nere, i ruderi de le case distrute xe testimoni de quel bolide de fogo. Adesso par quasi impossibile che xe sucesso quel che xe sucesso!

Sia el governo sia che le assicurazioni se ga spacÓ in due per assister le vitime de quel giorno. Speremo che no sucedi mai pi¨ una roba del genere.

 

Mi e la mia familia, amici e parenti semo tuti OK. Pero xe tanti che ga patý 'sai. Quel giorno (sabato 18 genaio), un bolide de fogo che viagiava a 120 Km/h (notizie da la radio, ma te sa come che xe la media no?) ga investido parti de Canberra vizin dove che stago mi e ga fato un pandemonio. Mi, purtropo, iero via de casa, spetavo un meeting dei Giuliani e, co mia molie me ga telefona per dirme che ierimo in pericolo, no go riva pi¨ tornar a casa.

La mia no xe sta un gran che de tragedia se te pensi coss'che xe sucesso a tanti altri. Per˛, forsi, pol esser interessante quel che go passÓ quel dopopranzo. Iera roba de film americani!

 

Dunque, ghe iera un do foghi nel parco nazional vizin a casa mia (una decina de km de distanza) za da un 8-9 giorni. I pompieri forestali fazeva turni de adiritura 12 ore al giorno senza sucesso e i se spetava che sti foghi brusassi per altre d˛ stimane. Bon, tuti se iera abituadi al fumo continuo e, piu de tanto, non te ghe davi bada. Mi, mama, un'amica de familia e altre 6 persone, ale 2 semo 'ndai al meeting mensile per i giuliani, senza la minima idea de coss'che sucederÓ pi¨ tardi nel dopopranzo.

Come go za dito, el mio caso non xe st 'sai serio, comparado a tantissimi altri, ma per mi xe sta 'sai dramatico. Fazo el resoconto qua soto, ma prima dago le ultime statistiche:

530 case distrute in tuta Canberra, de queste 230 solo che in un rion (Duffy) con intiere strade completamente distrute,

$280 milioni (australiani - circa 140 milioni de euro) de dani,

39 case distrute in Kambah, dove che stago mi (7-8 vizin de casa mia),

1 su 4 case non iera assicurade,

4 morti,

pi¨ de 200 persone ricoverade in ospedal in condizioni pi¨ o meno gravi,

10% de Canberra ancora senza eletricitÓ (a noi, per fortuna, la ne xe tornada domenica dopopranzo).

Acqua adesso xe OK ma a un certo punto la vegniva fora del rubineto che la iera infangada (ma no da noi).

Semo fora del pericolo imediato ma dovemo ancora star sul atenti (gnente sospiro de solievo ancora.

 

Insoma casin!!!

 Quel che segui xe coss'che me xe sucesso sabato dopopranzo.

 

4.00 - Telefona Lorraine (mia moglie) sul telefonin (mi iero al meeting) e la me disi che Kambah (xe un rion de Tuggeranong, una de le 4 cita satellite de Canberra), dove che stago mi, xe in stato de emergenza.

Saludo i altri membri del comitato (inclusi mama che andava a casa sua con Bruna, la nostra amica - mama e Bruna sta circa 25 km via de mi e non le iera in nessun pericolo) e vado con la machina verso casa. Nel stesso tempo, un'altra baba del comitato ga ciapa una telefonada con la stesa notizia. Sia ela e su mari, che el presidente dei Giuliani, sta dele parti mie ma pi¨ a sud de mi.

 

4.15 - Rivo sul' imboco de l'autostrada per andar a Tuggeranong ma la polizia la ga blocada e i me disi de tornar indrio e de provar dal'altra parte. Ghe iera un altro soborgo (Curtin) fra dove che iero e dove che la polizia me diseva de andar ma, sicome che 'sto soborgo iera nela lista dei soborghi in emergenza che la radio dava continuamente, go pensÓ che anche quella strada iera serada. Cussý son 'ndÓ 'ndove che la poliziota me ga dito de andar e inveze la strada che passava da Curtin iera ancora verta (a quel punto).

 

4.40 - Xe un trafico de mati e pi¨ me avicino a dove voio andar pi¨ caldo
fa e pi¨ fumo xe. El ciel xe come se saria un temporal estivo ma ga anche baliori rossi. Rivo dove che la poliziota me ga dito de andar. A sto punto son circa a 3 km via de casa mia, ma l'autostrada xe ingolfada de fogo, el fumo non te lassa veder gnente, el calor xe incredibile. Venindo a 'sto punto el trafico iera pazesco, non solo gente che voleva andar a casa, ma anche mati che voleva veder coss'che sucedeva e i iera fra i piedi e gnente altro.

Comunque davanti de mi iera 3-4 machine, lori se ga fermÓ, i gira e i torna de dove che i xe vignui. Mi pensavo de continuar avanti e provar a andar a casa ma quel toco de autostrada xe circa 3 km lungo, e chissÓ se ghe la fazo con tuto quel fogo e fumo che ingolfa la strada? Cussý son tornÓ indrio anche mi (e adesso credo che no ghe la gavesi fata, ma iero seriamente tentÓ de provar).

 

5.00 - E adeso dove vado? Son ancora sul'autostrada ma adesso vado nel verso contrario, via de casa mia e verso el centro de Canberra. Fazendo la strada go pensa de tornar al club italian dove che gavevimo el meeting e veder, se per caso, mama e Bruna iera ancora la. Naturalmente non le iera. La prima roba che go fato co son riva la xe sta de bever un bicier de acqua. Iero suto come un bacal da l'arsura creada sia dal fogo che dal caldo estivo (iera 37 gradi quel giorno). La seconda, naturalmente, iera de telefonar a mia molie Lorraine (meno mal che gavemo i telefonini - i xe quasi tanto boni quanto l'internet). Sta povera mula iera sola a casa con foghi tuto intorno a dove che stemo. Naturalmente non la vedeva i foghi per via del fumo, ma la gaveva tuto serÓ in casa e, ogni tanto, la andava fora a bagnar el teto e l'erba del nostro giardin. La gaveva la nostra cagna (Missy) dentro per compania e anche per sicureza. Ghe go fato impinir el bagno de acqua, giusto in caso...

 

6.00 - Decido de andar a veder come che xe con mama, ghe iera sai fumo e mama ga certe dificoltÓ col respirar. La ghe gaveva telefonÓ a Lorraine ma sicome che mama iera in stato de panico, inveze de esser una presenza calmante, la ga fato ciapar ancora de pi¨ paura a Lorraine. E co son riva la (altro biceron de acqua - iero 'sai suto ma anche 'sai stanco a quel'ora) go dov¨ farla calmar, iero za 'sai in pensier, no ocoreva che la causassi ancora de pi¨ problemi.

A quel punto pensavo che Lorraine fossi seriamente in pericolo mortale. Bon, visto che mama xe OK, go pens de provar un'altra strada secondaria per 'ndar a casa. Ala fine de 'sta strada te pol girar a destra per andar a Woden (un'altra de le 4 citÓ satelite de Canberra - i altri xe Tuggeranong, Belconnen, e Gangallin) e a sinistra per vignir de mi. Naturalmente la strada ala sinistra iera blocada da la polizia. (Se andavo per una strada secondaria pi¨ in su la gavessi trovada verta, ma chi se l'imaginava - i soborghi che 'sta strada 'traversa iera sula lista de emergenza, e el fumo e el fogo veniva da quela parte, el ciel iera color rosso scuro. Po el trafico che vigniva da quela parte iera enorme. Mi iero sicuro che la iera serada cussý no go gnanche provÓ a passar de la.). Bon, torna de mama.

 

6.45 - Altro bicer de acqua, altra telefonada a Lorraine (a sto punto non la ga pi¨ eletricitÓ) e vado in polizia dove che ghe spiego che mia moglie xe a casa sola a Kambah e che la ga paura e che non posso rivar a casa perchÚ tute le strade xe blocade. Lori, 'sai gentili, me consiglia un'altra strada secondaria (perchÚ no ghe gavevo pensÓ mi a 'sta strada secondaria?), co rivo la la xe blocada anche quela. Torna de mama, almeno la posso bever acqua.

 

7.30 - Altra telefonada a Lorraine, altra visita ala polizia - gnanche lori sa tanto. Magnar? E chi ga fame? Scolto la radio, guardo la television senza interesse, sbigolo su un piato de salumi e formaio. Ma de pi¨ son che scolto la radio dove che le notizie xe sul momento. Ma son piutosto deluso e anche un poco rabi perchÚ no i te diseva le strade che iera verte e quali che iera serade. I diseva i rioni dove che iera el fogo e tuta sta roba ma gnente su come viagiar da una parte al'altra de Canberra. Comunque, scoltando la radio, a un certo punto me son reso conto che forsi gavevo la speranza de tornar a casa atraverso 'sta ultima strada secondaria.

 

8.15 - Rivo su 'sta strada, xe poco trafico adesso pero xe quasi scuro sia dal fumo sia dal'ora tarda. El ciel xe ancora rosso, infati venindo zo da una colina dela strada de Queanbeyan (dove che sta mia mama), no rivavo a capir se el ciel iera rosso per via del tramonto o per via del fogo. Iera per via del fogo.

Dunque, son che viagio verso Kambah (semo ancora un 15 km via de casa) e vedo de fronte de mi el sol. Solo che non iera el sol, iera una colina in fiame. E mi devo pasar de la. River˛? Boh! Finora la strada non xe blocada dala polizia cussýi continuo in zo. E pi¨ me avicino a sta colina pi¨ me rendo conto che xe tute le coline che ardi, pi¨ me domando se river˛ a passar. Rivo su la strada principale che me portera al penultimo soborgo prima de casa mia. Le coline sula mia sinistra le xe tute in cenere, el fogo xe a circa 5 metri dala strada dove che stago viagiando. E mi go de girar a sinistra. Dove che xe tante case sul de drio dele coline che sta brusando. De sicuro sarÓ un disastro. De sicuro la strada sarÓ blocada. La strada xe verta. El fogo se ga fermÓ a 1 metro via dela prima casa in 'sta strada. Percorro la strada e quasi non rivo a creder che gnanche una casa xe brusada. Un poco de speranza per rivar a casa mia. Forsi ghe la fazo 'sta volta. Xe 'sai fumo ma non vedo pi¨ fogo nela zona che stago percorendo.

Rivo sul'ultima strada che me porta a casa. Xe de novo 'sai trafico e ancora de pi¨ fumo. A 'sto punto son 'sai stanco, piu stress che altro naturalmente. Rivo a casa e tuto xe ben e tranquilo. La stancheza me xe pasada subito.

 

8.45 - A lume de candela, Lorraine xe sentada vizin ala finestra dela camera de pranzo. Gnanche forza de alzarse la ga av¨, la iera come stremida. Credo che non la xe mai stada cussý contenta de vederme tornar a casa. E mi no credo che son mai sta cussý contento de vederla de novo. Gavevo veramente paura che ghe fossi sucesso qualcossa. Anche Missy iera contenta de vederme.

Impizemo ancora candele per far pi¨ ciaro in casa.

Ogni tanto vado in machina a scoltar la radio e veder i bagliori nel ciel per zercar de capir se el fogo se avicina de novo o se i pompieri 'sta vinzendo la batalia. I disi per radio che a Kambah se ga brusÓ 39 case. Mi finora no gavevo visto nessuna che brusava e pur, come che me diseva Lorraine per telefono un per de ore prima, co certi nostri amici xe andai a vederla nel pomerigio i gaveva dito che una casa drio el canton de dove che stemo stava brusandose. Forsi iera el fogo o forsi iera el solievo de esser rivÓ a casa, comunque mi non go visto nessuna casa che brusava.

 

10.00 - Le notizie per radio non me dava una bona idea de quel che sucedeva la intorno de casa mia. Cussýi decido de andar a darghe un'ociada a pie. Fazo el giro del bloco de case dove che stago. 'Sai trafico e 'sai fumo, non posso quasi respirar, e 'sai ciel roso ma gnente de capirghe tanto.

Torno a casa e decido de andar a controlar la casa de uno dei mii amici spagnoi che sta vizin de mi, un do strade in zo. Da lui tuto xe a posto, gnanche non me fermo e continuo drio el canton.

Shock. La xe colline che 'sta ancora brusando. Xe meio filar via.

 

El giorno dopo.....

Come che se se pol imaginar, quela note no go dormý chiss cossa.

Andando dentro e fora dela porta sia a scoltar la radio sia a veder la posizion del fogo, xe rivÓ circa le 2 prima che me son indormenzÓ. La matina iero su ale 6, e dove vado a farme el cafe? Non xe eletricitÓ qua in Kambah. Forsi xe qualche posto verto un poco pi¨ in la? Parto in machina e, subito drio el canton, vedo che el parco fato per fioi pici xe tuto brusado. E la casa un poco pi¨ in su xe anche brusada, solo un muro xe restÓ su. A quel punto no savevo, ma piu a destra de quela casa ghe iera altre 2 che se ga brusÓ. E da l'altra parte de la strada altre 5.

 

Tuto el teren in giro xe brusÓ nero. El fumo, adesso che no xe pi¨ vento, resta in giro come che iera co el fogo iera ativo. Te speri che un fiÓ de ventisel che neti l'aria. Gavemo comincia a viver de novo ma semo sempre sul chivalÓ. 'Sto week end che vignira i disi che farÓ 37 gradi e che de sarÓ venti 'sai forti. 

 

Come che go dito a l'inizio de sta storia (scuseme se la fazo longa), ghe xe 'sta vento fin a 120 Km/h che portava el fogo da un albero a l'altro. Non ghe iera maniera de poder evitar 'sto disastro. Xe un 'freak accident' che sucedi una volta ogni 200 ani. Son contento che no veder˛ el prossimo incidente.

Semo ancora sul'atenti ma credo che adesso saremo OK. 'Sai dani ma semo ancora fortunadi che gavemo perso solo che 4 vite in tuta Canberra. Gavesi pod¨ esser 'sai de piu.

 

Semo vivi e sani, non gavemo perso gnente de personale. Tuti quei che
conosemo xe anche OK. Coss' te vol de piu?

Dave

gennaio 2003

 

 

 

 

 

! Dave's story !