| Home Istria | Foto di Trieste |



 


Visignano (Višnjan)


(foto e servizio di Massimo Barbo e Diana Ressani)



 

La piccola cittadina di Visignano si trova lungo quella che anticamente era la cosiddetta "Strarrea" ossia la Strada Regia che portava a Parenzo quale diramazione dalla via Flavia nei pressi di Visinada, strada che in epoca veneziana fu chiamata via Sclavonia o via degli Slavi in riferimento alla migrazione dei popoli slavi giunti nel territorio tra il 1500 ed il 1600 per ripopolare le terre devastate dalle pestilenze. Oggi la vie di collegamento sono notevolmente cambiate ma ciononostante Visignano viene a trovarsi nei pressi dello svincolo autostradale per Parenzo della cosiddetta Ypsilon Istriana. Il borgo fu fondato dai romani sul sito di un preesistente castelliere preistorico e in alcuni documenti storici viene citato coi nomi di Visignanus, Guissignanus e Vicinius. Visignano fu parte integrante dell'agro di Parenzo, poi di quello di Pisino ed infine di quello di Montona fino al 1278 quanto fece atto di dedizione alla Repubblica di Venezia, rapporto che durò praticamente ininterrottamente fino al 1797 alla caduta della Serenissima. Fu quindi Asburgica, poi parte del Regno d'Italia dal 1918 ed infine fu ceduta come tutta l'Istria alla Jugoslavia per diventare dal 1991 territorio croato della provincia di Pola.

Il centro storico della cittadina si raggiunge percorrendo la calle principale denominata Borgari, ossia salita al borgo, con la pavimentazione che conserva ancora l'antico selciato calcareo e le fila di case barocche del XVII e XVIII secolo. Si arriva quindi all'antica Piazza del Castello, un tempo chiamata anche Piazza San Marco e Olimpo dai visignanesi, oltrepassando un arco sovrastato dal leone marciano del 1517 quale imperitura memoria dell'appartenenza di Visignano alla Serenissima. La piazza è dominata dall'imponente chiesa neoclassica dedicata ai Santi Quirico e Giuditta, patroni della città, eretta tra il 1830 ed il 1833, affiancata dal campanile in pietra bianca calcarea eretto nel 1753. Davanti alla chiesa si trova la loggia veneta del XIV secolo e la cisterna comunale realizzata nel 1842 in quello che oggi è un vero e proprio belvedere con una vista ampia fino al mare di Parenzo. (*)

 


  

La chiesa di S.Quirico e S.Giuditta, santi patroni di Visignano:


Carrellata fotografica:



Fa sfoggio di se all'inizio della salita al borgo, la graziosa chiesetta in stile gotico dedicata a Sant'Antonio Abate, eretta tra il XIII ed il XIV secolo. Con un basso portale ad arco a sesto acuto fiancheggiato da due finestrelle e sovrastato da un imponente bifora, nasconde al suo interno una vasta opera artistica di autore ignoto, raffigurante la vita di Sant'Antonio ed alcuni atti di Gesù. Sopra l'altare barocco adornato di statue in legno, un dipinto di Domenico Udinese del 1550 raffigura il Santo che protegge i fedeli. (*)




Massimo Barbo - TuttoTrieste.net







Bibliografia:

- Dario Alberi, "Istria, storia, arte, cultura", Lint Editoriale Trieste

- Luciano Lago (dis. Aldo Bressanutti), "Terra d'Istria", Lint Editoriale Trieste


 



(*) Pur compiendo ogni ragionevole sforzo per assicurare che i materiali ed i contenuti pubblicati nel presente sito siano attentamente vagliati ed elaborati con cura, errori, inesattezze ed omissioni sono tuttavia possibili. Si declina pertanto qualsiasi responsabilità per errori, inesattezze ed omissioni eventualmente presenti nel sito. Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto esposto su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiali da questo sito. Leggi il disclaimer completo.

 





 



| Home Istria | Foto di Trieste |